Partner

Dipartimento di Chimica, Materiali ed Ingegneria Chimica del Politecnico di Milano

Capofila di F-Susy, vanta una lunga esperienza –oltre che nello sviluppo di attività accademiche e formative- nell’ambito della ricerca applicata in collaborazione con altri centri di ricerca italiani e stranieri, università ed aziende. L’area di competenza sviluppata negli ultimi anni è focalizzata sui trattamenti chimici nei processi di lavorazione, funzionalizzazione e modifica dei materiali. Parte delle attività di ricerca svolte dal dipartimento sono riferite a materiali tessili (fibre naturali, polimeri e biopolimeri).

Ruolo nel progetto:

  • coordinamento delle azioni progettuali;
  • definizione dei parametri tecnici relativi alle informazioni pubblicate sulla piattaforma pubblica, selezione e valutazione delle evidenze scientifiche sulla pericolosità delle sostanze e sulla disponibilità di soluzioni tecniche alternative, da pubblicare sulla piattaforma pubblica;
  • sviluppo del software, gestione del database e dell’interfaccia della piattaforma digitale pubblica per la diffusione e la catalogazione delle informazioni sull’uso delle sostanze chimiche nella filiera moda;
  • formazione all’uso del sistema mediante organizzazione di attività seminariali e tutoring;
  • sviluppo di un help-desk per il partenariato e per i soggetti esterni che testeranno la piattaforma.

Referente: prof. Paolo Gronchi (paolo.gronchi@polimi.it)
Sito internet: intranet.chem.polimi.it

Blumine

Società di ricerca e consulenza con sede a Milano, è specializzata nel fornire servizi ad imprese tessili, associazioni e centri di ricerca nella definizione di strategie volte a incrementare la sostenibilità di prodotti e processi. Dal 2013 ha maturato esperienza in merito alla sicurezza chimica nel tessile supportando imprese del comparto (oltre 20) nelle procedure di sottoscrizione dell’impegno Detox.  Ha pubblicato  studi  sui criteri di approvvigionamento e le politiche di CRR dei marchi della moda (2014); sulle politiche di sviluppo di prodotti Green dei produttori di Chimica Tessile (2015); sulle tecnologie tessili (con ACIMIT) (2016), sulla sostenibilità della stampa Inkjet (per Epson) (2017). Nel 2017 ha collaborato alla stesura del volume Neomateriali per l’economia circolare, moda di Edizione Ambiente.

Ruolo nel progetto:

  • sistematizzazione degli aspetti tecnici, consulenziali e organizzativi derivanti dallo sviluppo della piattaforma privata di autovalutazione, gestione e circolazione delle informazioni nella filiera tessile;
  • supporto all’organizzazione e al trasferimento delle conoscenze acquisite durante lo sviluppo dei contenuti della piattaforma pubblica e le fasi di testing.

Referente: Fabio Guenza (tessutisostenibili@blumine.it)
Sito internet: www.blumine.it

Nekte

Società di consulenza milanese, ha una pluriennale esperienza nello sviluppo di prodotti digitali e un significativo numero di clienti con cui condivide la progettazione e l’implementazione di soluzioni verticali per la gestione del flusso di informazioni e nell’organizzazione di dati e sistemi complessi  in diversi settori produttivi.

Ruolo nel progetto:

  • sviluppo di software,  database e sistemi di nterfaccia della piattaforma digitale privata di autovalutazione, gestione e circolazione delle informazioni sull’uso delle sostanze chimiche nella filiera tessile;
  • formazione relativa all’uso del software da parte del partenariato;
  • verifica e validazione della piattaforma privata attivando anche un help-desk per il partenariato e i clienti e fornitori dei partner che testeranno la piattaforma;
  • predisposizione di manuali e materiale informativo riguardanti la piattaforma.

Referente: Umberto Bramani (u.bramani@nekte.it)
Sito internet: www.nekte.it

I soggetti industriali

Ruolo nel progetto:

  • sostituzione di sostanze critiche  (APEO; PFC, Metalli pesanti, paracloroaniline e altre aniline, percloroetilene e altre) nei processi con altre meno impattanti, 
  • verifica delle performances tecniche delle innovazioni di prodotto introdotte,
  • verifica e validazione degli strumenti informatici di progetto (piattaforma digitale privata di autovalutazione, sistema di gestione e circolazione delle informazioni sull’uso delle sostanze chimiche nella filiera tessile).

 

Besani

Maglificio con sede a Besnate (Va) specializzato nella lavorazione di filati tinti di alta qualità quali cotone FiloScozia, Cotone/Lino e Cotone/Seta per il mercato di fascia alta dello sportwear e della camiceria. Nel 2014 ha sottoscritto l’impegno Detox impegnandosi ad eliminare sostanze chimiche pericolose dalla propria filiera produttiva. I tessuti prodotti sono certificati Oeko-Tex Standard 100 e garantiti Made in Italy dalla Camera di Commercio tramite la certificazione TF (TRACEABILITY & FASHION) con certificato n. CTC0014. Ha inoltre ottenuto la certificazione aziendale Oeko-tex STeP che garantisce l’impegno dell’azienda verso la sostenibilità ambientale.

Referente: Mario Riva (mario@besani.it)
Sito internet: besani.eu

Maglificio Ripa

Maglificio con sede a Spino d’Adda (Cr) specializzato nella progettazione e produzione di tessuti tecnici realizzati con fibre man made e destinati allo sport wear e all’abbigliamento da mare. Ha in attivo la partecipazione a programmi di ricerca: nel 2016 ha aderito al progetto Nanofibra, in collaborazione con il fornitore di filati Fulgar, nel 2014 ha sviluppato e prodotto una nuova generazione di tessuti per l’abbigliamento intimo e per lo sport capaci di eliminare gli inestetismi della pelle e conferire benessere al corpo in collaborazione con Nilit, realtà israeliana specializzata nella produzione di filati in poliammide. Nel 2011, ha sviluppato una linea di tessuti ILIGHT per il mare realizzati in collaborazione con Invista. Ha aderito alla campagna Detox.

Referente: Luca Bianco (lucabianco@maglificioripa.it)
Sito internet: www.maglificioripa.it

Tessitura Attilio Imperiali

Tessitura di Lurate Caccivio (CO) specializzata nella progettazione e realizzazione di tessuti ortogonali per i principali marchi della moda, lavora fibre naturali e man made realizzando anche tessuti accoppiati per accessori ed arredamento. Nel 2015 ha sviluppato tessuti in seta biologica per calzature (Sergio Rossi-Gruppo Kering), ha realizzato il programma Fashion Academy per lo sviluppo di progetti formativi sulla sostenibilità dedicati ai futuri designer. Aderisce a programmi di compensazione della CO₂ prodotta mediante ripiantumazione di aree povere di risorse ambientali in collaborazione con la società ReteClima. Ha sottoscritto l’impegno Detox.

Referente: Luca Viviani (luca@attilioimperiali.it)
Sito internet: www.attilioimperiali.it

 

Il progetto di avvarrà della collaborazione dell’Università Cattolica (ModaCult) per le attività di disseminazione.